Migranti al lavoro sul terreno confiscato

Sono partiti in questi giorni i lavori di bonifica del terreno confiscato alla ‘ndrangheta a Rosarno, tra i fiumi Mesima e Metramo. Qui nascerà, grazie al progetto “Mestieri Legali”, il primo parco fluviale della Provincia di Reggio Calabria.

Protagonisti di questo primo step dell’iniziativa diversi ragazzi immigrati che, aiutati da 18 giovani scout emiliani, “libereranno” il terreno dai rifiuti traendo da questa esperienza un’opportunità di lavoro.

 

 

http://www.fondazioneconilsud.it/news/leggi/2015-08-03/migranti-al-lavoro-sul-terreno-confiscato/

Migranti al lavoro sul terreno confiscatoultima modifica: 2015-08-31T10:43:14+00:00da studiofv
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento